“Alakim. L’ultima carta” di Anna Chillon

Parlare di Alakim – L’ultima carta senza fare spoiler è difficile. Alakim è una quadrilogia dark fantasy bella tosta e anticonvenzionale, pur nel suo parlare di angeli.

Trovare il vero coraggio.
Mettere il cuore a nudo,
per dare un senso al dolore.
Fino all’ultima carta.

Un serafino caduto, segnato da un dono maledetto di Lucifero, che di buono sembra non avere nulla e di gentile ancora meno. Eppure, io l’ho amato dalla prima all’ultima pagina (lui probabilmente mi ucciderebbe in meno di cinque minuti 😂).

Con lui due Nephilimn Samshat e Muriel, che… be’, meritano di essere conosciuti. Un’amicizia così profonda da opporsi ai Troni fino all’ultimo respiro.

Poi c’è Nicole, l’Invocantes senza fede.

In Alakim. L’ultima carta si consolida una trinità sacrilega, che assume però una connotazione sacra in una visione che trascende la religione, parlando di un legame profondo come l’amore. Sarà questo a portare Alakim a pescare l’ultima carta della sfida col fratello. Amori oltre i limiti, sia umani che angelici, che rinnegando le convenzioni sembrano poter travalicare ogni ostacolo, anche quando soccombono.

La penna di Anna Chillon non si smentisce, non fallisce, bensì ha superato le mie aspettative. Torna a riproporsi con forza col suo stile forte e crudo, tempestato di citazioni sacre che contrastano con la carnalità del protagonista, la rudezza e la prepotenza dell’orgoglio espresso anche nel sesso. Le scene di azione e gli scontri a più livelli hanno ripreso piede in questa narrazione, che si fa incalzante e trascinante.

Un finale degno di quest’autrice, che non snatura i suoi personaggi e non scende a compromessi.

Alakim - L'ultima carta

Trama

Il marchio del Male incombe su Nicole mentre gli abitanti di Marsiglia, ignari complici di oscure macchinazioni, la mettono sempre più alle strette.
Darsi per vinta non è un’opzione, non ora che i suoi angeli sono disposti a rinunciare a tutto pur di proteggerla e difendere il loro legame sempre più profondo e complesso.
Per Alakim ciò significherà dare sfogo alla propria lotta interiore, mettere in gioco tutte le proprie carte e prepararsi al peggio. Perché questa volta suo fratello sarà impietoso come sa esserlo la nuda verità, e la guerra pretenderà un prezzo più alto della vita.
Allora, nel momento più buio, ogni sacrificio diventerà lecito e il cuore resterà l’unica, inarrestabile luce.

Scopri prima le novità!

Iscriviti alla mia newsletter per non perdere notizie, nuove uscite e altro.

Puoi anche unirti al gruppo Telegram.

Lascia un commento