Freezing: la sconcertante verità sulla paura

Hai mai sentito parlare di freezing? Allora seguimi, andiamo a scoprire i retroscena della paura, che forse ignoravi.

Freezing

Al suo posto avrei reagito, avrei fatto, avrei…

Ne sei davvero sicuro?⠀

🔥 Davanti a una situazione di pericolo, a una minaccia, si attiva la paura. La risposta più comune a questo stato improvviso di stress viene definita “fight or flight”, combatti o fuggi. Il nostro corpo si prepara a questa reazione in modo istintivo, essendo la paura una delle emozioni primarie.⠀

Non sempre funziona così. Perché?

🧠 Trauma⠀

Fattori oggettivi del trauma sono:

  • il tipo di esperienza
  • la durata dell’esposizione
  • gravità dei danni fisici
  • grado di relazione con l’aguzzino.

Davanti al pericolo, si attivano le reazioni fisiche (amento della frequenza cardiaca e della pressione, rilascio di adrenalina, epinefrina, ossitocina, cortisolo, ecc., accelerazione del ritmo respiratorio). Ma se la persona si trova in condizioni di forzata immobilità, impotenza, incapacità di scaricare quell’energia può entrare in freezing.⠀

❄️ Freezing = congelamento (totale o parziale)

In questo stato si ha una dissociazione emotiva, cognitiva e sensoriale.⠀

Che vuol dire?

👀 Se te lo dovessi descrivere con parole mie: un incubo a occhi aperti.

Sei lì, ma dentro una bolla. Tutto è strano, distorto, irreale, ovattato, sfocato. La cosa peggiore è che non puoi fare nulla. Non puoi gridare, non puoi parlare… non puoi muoverti (fright). Una sensazione che non riesco a scollarmi di dosso e il ripensarci mi fa contorcere lo stomaco.

Il tuo cervello “sviene” e tu sopravvivi, ma a volte il prezzo che ti ritrovi a pagare è davvero alto. Dopo.⠀

⭐️ Mi è capitato di vederne gli effetti “controllati” durante i corsi di difesa personale femminile, sui quali il sensei mi ha fatto porre attenzione. Persone sicure, forti, determinate che si bloccavano, perché private di uno schema di reazione conosciuto. La loro mente impiegava troppo a elaborare una reazione, a trovare una risposta e sperimentavo il freezing. Ciò, in realtà, forniva loro maggiore consapevolezza per il futuro.⠀

Ritrovandomi in certe situazioni, mi bloccherei ancora?

Non lo so 🤷🏼‍♀️ e questo mi fa paura.

Di una cosa, però, sono sicura: NON è una colpa da nascondere, di cui vergognarsi.⠀

👉🏻 Conoscevi il freezing?

Lascia un commento