fbpx

Il silenzio è protagonista

Purtroppo, è il silenzio il più grande alleato degli abusi famigliari e dell’incesto.

La maggior parte degli esperti è concorde nell’affermare che i casi denunciati rappresentino soltanto un 10/15% degli avvenimenti totali; la letteratura specialistica anglosassone presenta, a conferma di quanto detto, statistiche allarmanti: il 10/30% delle femmine ed il 2/9% dei maschi sarebbe stato vittima di abusi sessuali prima dei 18 anni, e di questi solo il 20% sarebbe avvenuto fuori dalla famiglia. […]

Molto spesso, da fuori, tutto sembra normale e questo terribile segreto resta incatenato tra le mura di casa. Questo è il dramma che ho riportato in Cuore di Lupo, perché un contesto che segna profondamente e ancora poco conosciuto, o meglio, poco compreso per l’orrore che suscita.

Per quanto riguarda il contesto in cui l’abuso avviene, possiamo dire che colpisce in eguale misura tutte le classi sociali e che variabili come l’etnia, il livello culturale, l’origine geografica, non incidono. Un elemento che invece rappresenta un forte fattore di rischio è la presenza di un patrigno.

La cultura e l’attenzione agli altri possono essere il primo passo per combattere questa realtà. Spezzare il silenzio, parlare, offrire una possibilità di spezzare le catene di questo inferno.

La maggior parte degli autori è concorde nel ritenere che il contesto familiare in cui l’abuso si verifica è “interamente disfunzionale”. […]
Inoltre ci può rassicurare pensare che l’incesto sia prodotto di realtà familiari particolarmente caotiche, disgregate o patologiche, e che venga perpetrato da “mostri” facilmente riconoscibili. Nella realtà, tuttavia, famiglie apparentemente “normali” nascondono questo terribile segreto.


Nella realtà, tuttavia, famiglie apparentemente “normali” nascondono questo terribile segreto.


Fonte: Spazio in ascolto (Dr. Mori Psicologo Sessuologo e Psicoterapeuta)

Lascia la tua opinione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

?
This website collects data via Google Analytics. Click here to opt in. Click here to opt out.
×