fbpx

“X – Il progetto” di sarasread

"X - Il progetto" di sarasread

Trama da Wattpad

×

«Voi siete il nostro futuro, la nostra ultima ancora di salvezza. Questo mondo è stato maledetto e sarà vostro onore redimerlo.»

×

Anno corrente 3455. Xenya Cass Thompson è l’unico soldato donna dell’Ordine di Clock, regno nato dalle ceneri dell’umanità dopo la Terza Guerra Mondiale che ha lasciato dietro di sé ogni tipo di mutante: stregoni, vampiri, gnomi e troll. L’Ordine aspira al potere, e con esso alla distruzione di coloro che non seguono più i canoni di purezza: è giunto il momento di una guerra di purificazione. Ed è per questo che tre giovani per ognuno dei sessanta Settori di Clock sono costretti a raggiungere il centro del governo per andare a formare una nuova milizia d’élite. A questo Progetto viene chiamata a partecipare anche Xenya che, oltre al proprio sesso, porta con sé un’eredità pesante: la sua famiglia. Diventata soldatessa per proteggersi da quando i suoi genitori sono stati giustiziati, scoprirà un lato del suo passato che le era stato tenuto nascosto, e al contempo di avere un nemico tanto pericoloso quanto determinato a farla fallire in quella che sembra l’unica missione in grado di riscattare la vera umanità rimasta al mondo. E non avrà pietà.

Read more

“Tempesta” di _Blackiss03_

"Tempesta" di _Blackiss03_

Questa recensione mi è stata chiesta dall’autrice, _Blackiss03_, tuttavia la storia ha all’attivo solo quattro capitoli, per cui mi è impossibile dare un parere sulla trama e lo sviluppo effettivo della stessa. Le idee ci sono, questo sì, potrebbero anche essere piuttosto originali, ma si vedrà in futuro. Tuttavia, ci sono alcuni elementi che fin da principio vanno curati meglio e contestualizzati.

Trama da Wattpad

Dopo una strana tempesta il mondo non è come prima. Alaska, Canada, Russia, e tutti i paesi più a nord sono completamente congelati.
La vita sembra essere scomparsa, sepolta sotto metri e metri di neve e gelo, ma non è così.
Strane creature che non si vedevano da millenni, figlie del ghiaccio e madri del fuoco, tornano a fare la loro comparsa: i draghi.

Read more

“Genocidal organ” film d’animazione

"Genocidal organ"

Trama

Sarajevo ritorna ancora una volta ad essere al centro della storia mondiale, quando una bomba atomica artigianale la distrugge. Mentre gli stati democratici si trasformano sempre più in stati dove la “Sorveglianza Assoluta” è la norma e la fuga verso una velleitaria “Sicurezza Totale” spinge alla dittatura, Clavis Shepard, agente dell’intelligence americana, si lancia sulle tracce della mente criminale dietro l’attacco. John Paul è l’uomo responsabile del caos in cui sta precipitando il mondo. Ma chi è quest’uomo? Dove si nasconde? Ed è lui il vero responsabile di quanto accade? Oppure è solo un’altra pedina nell’ennesimo gioco di specchi?

Read more

X-rist

Il Regno di Agartha di Chiara Casalini

Questo racconto è basato sulla mia ambientazione per un GdR, Il Regno di Agartha, che comprende la trama per un romanzo.

 

Una stringa di codice attirò l’attenzione dell’Agarthiano, che saltò sulla sedia. Avvicinò la faccia allo schermo di hackeraggio della T-rist con gli occhi sbarrati.

«Cazzo!» Le dita scivolarono veloci e tremanti sulla chiave di Dirjod corrotta, attivando la connessione protetta. «Quelli della Rekkap si stanno muovendo, hanno individuato la sede di Letir».

La voce concitata del ragazzo riecheggiò nella stanzetta deserta scavata nel sotterraneo del palazzo. Era tra i più giovani reclutati dai Borglar, ma il migliore quando si trattava di violare i controlli della matrice del Concistoro.

«Ottimo Kiel, voi siete ancora coperti?» gli chiese la voce dall’altra parte.

Il giovane restò in silenzio. Read more

La nostra casa

Immagine di "icheinfach" da Pixabay

Questo racconto è collegato a “Inferno e paradiso”.

 

Kyle stava camminando lungo la strada sterrata appena fuori dal centro abitato, in braccio teneva un corpo immobile e abbandonato, coperto da un telo grigio consunto, che ne celava in parte il volto.

Avevano dovuto dividersi dopo l’incursione al centro di controllo e non aveva voluto sentire ragioni: Dan doveva restare con lui e poteva protestare quanto le pareva. I fatti gli diedero ragione, se non l’avesse accompagnata i cadaveri dei compagni sarebbero stati tre, invece di due. La granata al plasma si era attaccata a Flint e quella stupida aveva avuto la brillante idea di provare a staccargliela di dosso. Il giovane era andato in mille pezzi davanti a loro, dopo che l’aveva presa e allontanata di peso. Con una testata sul naso era riuscita a fargli mollare la stretta ed era sgusciata via come un gatto, scattando verso i due compagni. Jake era rimasto pietrificato a fissare la luce intermittente dell’ordigno, nonostante gli avesse urlato e ringhiato di scappare. Read more

Inferno e paradiso

Immagine di "icheinfach" da Pixabay

Un boato irruppe nell’aria, impregnandola per un attimo di ioni e una carica elettrostatica si diffuse rapidamente, scemando in pochi istanti.

Dan sbuffò e sollevò il bavero del soprabito di pelle, che la faceva sembrare un’ombra in quel che restava della via principale della città. I capelli corvini le sfioravano le spalle ricadendo davanti il viso, coprendolo per una buona metà e lasciando in mostra solo il lato destro. La pelle chiara creava un contrasto evidente nella figura che avanzava con passo sicuro e senza alcuna fretta, incurante di calpestare i resti della distruzione ancora sparsi in giro, con una leggerezza che la rendeva silenziosa come un gatto. Sembrava non accorgersi neppure dei calcinacci e dei rottami metallici, con lo sguardo freddo e tagliente puntato dritto avanti a sé, il cui colore richiamava il cielo nelle sue giornate migliori: un grigio glaciale. Non era quello il caso, dato che sopra la sua testa svettava un empireo plumbeo, con pesanti nubi nere, tra le quali si insinuavano bagliori rosso arancio. Read more

?
This website collects data via Google Analytics. Click here to opt in. Click here to opt out.
×