“Vittorio” di Chiara Cipolla

• TITOLO: Vittorio
• AUTORE: Chiara Cipolla
• EDITORE: Self-Published
• GENERE: Romance
• PAGINE: 245

"Vittorio" di Chiara Cipolla

Trama

Cosa può fare un uomo quando perde tutto se non lasciarsi andare e toccare il fondo? Eppure una volta a terra ci si può solo rialzare, ed è quello che tenta di fare Vittorio, aggrappandosi al lavoro, agli amici e a una giovane avvocatessa dal carattere scontroso che entra nella sua vita come un uragano.
Fra loro niente è voluto o cercato, semplicemente accade.

Lui è caparbio e impulsivo, un uomo che ha avuto tante donne ma ne ha amata una sola per poi perderla, mentre lei è una donna complicata, enigmatica e sfuggente che non si lascia domare e non permette a nessuno di entrare nella sua vita. Eppure basta uno scontro, un incontro e il destino fa scattare il meccanismo dell’amore.
Le ferite del passato però faticano a rimarginarsi e per Vittorio non è facile dimenticare Emma e i vent’anni trascorsi accanto a lei.

Meglio arrendersi ai rimpianti o seguire a capofitto l’istinto, qualsiasi cosa riservi?

Le mie impressioni

Ho acquistato questo romanzo incuriosita da alcuni estratti e ne sono rimasta soddisfatta. L’autrice ha uno stile fluido e pulito, attraverso i dialoghi riesce a creare momenti simpatici e divertenti, ma anche intensi. In questa storia, narrata in prima persona dal protagonista, lo seguiamo durante un suo momento buio, quando comprende di aver toccato il fondo e cerca di risalire, lottando con se stesso.

“Vittorio” è uno spin-off, tuttavia l’ho letto tranquillamente senza aver mai approcciato la duologia da cui deriva e non ho avuto problemi a destreggiarmi tra eventi e personaggi. Quest’ultimi sono diversi e ben caratterizzati, così come i rapporti che intercorrono tra loro. Oltre alla delusione amorosa, al pagare il conto per le proprie azioni e ai rimorsi, l’amicizia trova ritagli davvero interessanti e piacevoli, là dove si aprono spaccati sulla vita di chi non è più così giovane, ma si conosce da sempre, mettendo a confronto i risultati delle proprie scelte e della propria condotta, con i pro e i contro del caso.

Il fulcro del romanzo resta, comunque, l’amore, quello fatto di passione, che ha paura di bruciarsi eppure non riesce a resistere. Un uomo che matura grazie alle sue esperienze e si scopre pronto ad atti che non credeva di poter fare, quando si trova davanti a dover agire in una situazione estrema e di pericolo, sistemando in un istante le priorità della propria vita, accettando l’importanza di alcune cose e arrivando a mettersi in secondo o addirittura in ultimo piano.

Consigliato agli amanti del genere.

Lascia un commento